OGNI PIANETA CHE TROVIAMO È MORTO

Non so se esiste Dio e proprio questo non saperlo mi fa intuire che comunque “credo”. Qualche filosofo marxista di cui non ricordo il nome, con retaggi di una religione monoteista, ha detto che il verbo “credere” usato al posto del verbo “pensare” è solo un modo di dire dei cattolici per nascondere il loroContinua a leggere “OGNI PIANETA CHE TROVIAMO È MORTO”

ESTINZIONE

Io sono tuo e tu sei mia, per sempre. Ci cercheremo oppure no, e magari ci troveremo, per caso. Oppure non saremo più niente per sempre in questo piano di realtà. Ma ci ameremo comunque, senza abitudini, ricordando i nostri morsi sul ventre. Nessuna sofferenza. Le abitudini per noi sono trappola e noia. Siamo rettili.Continua a leggere “ESTINZIONE”

OCEANO

La prima volta che ho conosciuto il dolore ero molto piccolo, ma tanto piccolo. Mi ha salvato quel decennio in cui gli americani, dopo aver vinto la guerra, si dedicavano alle sperimentazioni dell’industria farmacologica negli allora paesi che avevano preso la strada dello sviluppo economico come l’Italia. Le difficoltà respiratorie hanno condizionato la mia infanziaContinua a leggere “OCEANO”

Il pianeta selvaggio

Eli e Mau si sedettero al tavolo 5 del “Burioni’s”, il ristorante più esclusivo di Vaccinalium, la nuova città-ospedale. L’avevano costruita dopo la fase 15 su uno spazio comprendente l’intera pianura padana. Il Burioni’s era il ristorante più capiente della metropoli, aveva ben 10 tavoli in uno spazio di 5000 metri quadrati. Ogni postazione eraContinua a leggere “Il pianeta selvaggio”

Mente Universale

Quercie, frassini e abeti erano d’accordo. Non volevano il cedro libanese tra di loro. La questione era venuta fuori durante l’ultima riunione delle mente universale. Come avvenisse non è spiegabile in concetti umani. Era un sistema di comunicazione che interessava i tre regni, vegetale, minerale e animale. Da tempo l’uomo non faceva parte più parteContinua a leggere “Mente Universale”

Diario di mezzanotte

E a proposito del diavolo Non lo si è visto per anni Ma ogni 20 minuti Mi ronza attorno Non credo ai libri Ma li leggo continuamente Per decifrarne gli enigmi E commentarne i versi Alcuni dicono che il Tutto comprenda anche il Caos. Gigi però non era d’accordo, pensava che il Tutto e il Caos convivessero da sempre. Il suo cervelloContinua a leggere “Diario di mezzanotte”